Anzio

Luigi Pirandello. Ieri oggi e domani


Sala Consiliare di Villa Sarsina – Auditorium del Liceo Scientifico e Linguistico “Innocenzo XII” di Anzio, 9-10 marzo 2017

Università di Roma “Tor Vergata” e Liceo Linguistico Statale Innocenzo XII
Comitato Scientifico: Annamaria Andreoli, Rino Caputo, Simona Costa, Beatrice Alfonzetti, Angelo Fàvaro, Giulio Ferroni,  Florinda Nardi, Anna Pozzi, Alessandra Sorrentino

Comitato organizzativo: Angelo Fàvaro, Anna Pozzi, Giovanni La Rosa, Maria Grazia Colantuono, Dipartimento di Lettere “Innocenzo XII”
Coordinamento e dirigenza: Daniela Pittiglio


Download:  TemaConvegno e Info      Programma


In occasione dei 150 anni dalla nascita di Luigi Pirandello, l’Università di Roma “Tor Vergata”, il Dipartimento di Lettere del Liceo Scientifico-Linguistico «Innocenzo XII» di Anzio (Roma), il CLICI, Centro di Lingua e Cultura Italiana, si fanno promotori di due giornate di studi da dedicare all’autore agrigentino, in forma di Convegno Internazionale.

La manifestazione si inserisce  nell’ambito delle iniziative contenute nel calendario degli eventi internazionali, organizzati dal Europäisches Pirandello Zentrum di Monaco di Baviera, e si configura come un necessario momento di confronto culturale e letterario, con l’obiettivo specifico di dare luogo a nuove e rinnovate letture, analisi e studi critici inerenti a Pirandello e alla sua Opera.

Il Convegno Internazionale intende sondare e riaccendere l’interesse nei confronti dell’intero corpus di scritti dell’autore dei Sei personaggi: in tale direzione non solo la produzione novellistica e teatrale, romanzesca e saggistica, ma altresì l’epistolografia e la pubblicistica, gli scritti critico letterari convergono nel configurare una rete testuale, che è sempre intertestuale, in grado di offrire, a 150 anni dalla nascita, un nuovo panorama critico e di indagine linguistica, storica, strutturale e intersemiotica.

Precipuamente, gli interventi dovranno sostenere l’indagine e l’esplorazione, attraverso l’Opera e le sue disseminazioni, della varia e variamente complessa poetica pirandelliana nella letteratura a lui coeva (ieri), fino a riconoscerne la presenza in autori e opere contemporanei (oggi), infine tentare di supporre l’eventuale sopravvivenza delle modalità di osservazione del mondo, del sé e dell’altro; delle analisi del reale e del rapporto vita-forma; di temi e problemi suscitati dalla sua idea di letteratura – in particolare nei generi del romanzo e del teatro – ; del relativismo valoriale (domani).   Inoltre un significato particolare assume il fatto che il territorio ove si svolgerà il Convegno Internazionale risulta essere luogo geografico frequentato da Pirandello che, come testimoniano le lettere scritte da Villa Borghese a Marta Abba e come si evince dalla novella «Va bene», ambientata proprio a Nettuno, accolse lo scrittore.